“Amazing Flamingo” a cura di Cristiana De Giglio

Ecco un breve reportage a firma di Cristiana De Giglio sul festival “Amazing Flamingo” che si è svolto nell’ultimo week end di settembre a Torino

Complimenti all’intero staff per l’eccezionale organizzazione, ma specialmente alla producer Vanille Bon Bon che ha curato tutto nei minimi dettagli questo fine settimana dedicato al burlesque con artisti italiani e stranieri.

Cabaret e Burlesque Festival di Torino

A Torino è la prima volta che si organizzava un festival di burlesque e cabaret, quindi anche una scelta coraggiosa, ma soprattutto molto sentita grazie alla passione e al coinvolgimento verso questa magica arte così scintillante e importante per la vita di Vanille Bon Bon.

Cristiana De Giglio

La location scelta, molto adatta al tipo di spettacolo, è stato il Teatro Q77 di Corso Brescia, con tavolini addobbati e preparati con prodotti locali donati dagli sponsor che hanno deliziato i numerosi ospiti e il pubblico decisamente entusiasta di questo festival. Pasticcini alla nocciola, gianduiotti, spumante, addobbi ovunque con fenicotteri rosa, palloncini e tante accortezze per far sentire tutti coccolati. Oltre agli act delle partecipanti, piacevoli intermezzi di cabaret con comici da Eccezionale Veramente, Zelig e Colorado.

Bianca Nevius, madrina torinese doc, è stata in giuria e, con la sua inconfondibile verve, ha scaldato il pubblico e accompagnato tutto il festival. Presenti tanti artisti in giuria conosciuti nel settore come Russell Bruner, Virgil, Albadoro Gala, Vibrissa e poi le torinesi Miss Malafemmina, con la sua malizia inconfondibile, e il duo cabaresque Cherry and Carmilla che parteciperanno all’Australian Burlesque Festival tra pochi giorni… attendiamo poi dettagli in merito.

Paolo Bianchi intervista Russell Bruner

Un’altra novità è stata il brunch della domenica per passare una giornata diversa, divertente con un pranzo torinese addolcito da esibizioni di altre artiste.

Ma è giunta l’ora di svelare le vincitrici:

Il primo premio di Madamina va a Jiminy Cricket: viene da Verona, molto espressiva e trasforma i suoi act classici con musiche rock trascinando il pubblico con la sua energia.

Jiminy Cricket

La seconda classificata è Satie la Gloulue e la terza Lola du Monde.

Il primo premio di Madama va a Betty Crispy: viene da Bordeaux, esponente eccellente del cabaret classico francese, del french can can e affascina tutti con la sua bravura, ma nello stesso tempo con la sua semplicità e cordialità.

Betty Crispy

La seconda classificata è Cherry Lily Darling e la terza Imi Silly Noir.

Prossimamente un inserto con interviste realizzate durante il festival ad alcune artiste per sapere quello che per loro è il burlesque.
Aggiungo che è stato veramente interessante e stimolante… quindi a presto su Burlesque News!

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*