Alcuni film collegati al mondo retrò

Visto il periodo nel quale dobbiamo stare a casa #iorestoacasa a causa dell’emergenza virus che ha colpito il nostro Paese, abbiamo pensato di proporvi alcuni film collegati al mondo retrò, burlesque, con atmosfera dei jazz club, bella musica, bei costumi che possono essere utili per capire lo stile, la moda, i trucchi, l’ambientazione affascinante di questo mondo…

Cominciamo con:

A qualcuno piace caldo (Some Like It Hot) è un film del 1959 diretto da Billy Wilder, è considerato uno dei più grandi film comici della storia del cinema. Il film con protagonisti Marilyn Monroe, Tony Curtis e Jack Lemmon, uscì il 29 marzo 1959 negli Stati Uniti e il 16 settembre dello stesso anno in Italia. Il film vinse, tra l’altro, un Oscar e tre Golden Globe, tra cui quello per il miglior attore in un film commedia o musicale a Jack Lemmon, che per la sua interpretazione ricevette anche un Premio BAFTA.

New York, New York è un film del 1977 diretto da Martin Scorsese. Con questo film si consolida il sodalizio artistico tra Scorsese e Robert De Niro con Liza Mannelli. Un film che stranamente piacque più ai critici italiani che a quelli americani (Repubblica esortava i suoi lettori ad andare a vederlo prima che diventasse un «cult»). Un nostalgico e struggente omaggio alla trionfante Hollywood degli anni 40 e ai suoi mitici musical in cui regia e interpreti fanno scintille. Il risultato è un gioiellino di cui ammiriamo il ritmo veloce, la brillantezza dei dialoghi, la splendida musica e soprattutto l’eccezionale performance di Robert De Niro (alla sua terza collaborazione con Scorsese) e di Liza Minnelli all’apice della fama che farà della colonna sonora del film, uno dei dischi più venduti al mondo.

Il grande Gatsby (The Great Gatsby) è un film del 2013 diretto da Baz Luhrmann ed interpretato da Leonardo DiCaprio, Carey Mulligan e Tobey Maguire.Il film è tratto dal romanzo omonimo di Francis Scott Fitzgerald. Questa pellicola è la quarta trasposizione cinematografica del romanzo, dopo una versione muta del 1926 andata perduta, una seconda del 1949 e una terza, più famosa, del 1974. Anche qui siamo travolti dalle feste incredibili, lo sfarzo, le musiche così particolari, effetti eccezionali che ci fanno ballare e ispirare serate, show e feste a tema.

Lady Henderson presenta, Gran Bretagna 2005. Questo film un po’ meno conosciuto, ma veramente interessante, appassionante, diverso dagli altri già proposti, che fa vedere alcuni momenti in teatro di sperimentazioni e nascita di numeri che hanno portato allo spirito del burlesque.
Lady Henderson, proprietaria del teatro Windmill, assume come direttore Vivian Van Damm: la coppia, durante la seconda guerra mondiale, tra l’imbarazzo delle istituzioni, presenta spettacoli con nudità femminili ispirati al Vaudeville per la gioia delle forze armate e di un pubblico provato dalla triste contingenza dei bombardamenti continui cui è sottoposta la città di Londra. La storia si ispira a fatti realmente accaduti.

Burlesque, un film musicale contemporaneo interpretato da Cher (Attrice/Cantante) che affianca la cantante Christina Aguilera, al suo debutto cinematografico da protagonista, Co-Protagonisti Cam Gigandet, Kristen Bell e Stanley Tucci. Ha dato una svolta al panorama del burlesque facendo appassionare il pubblico delle sale con una colonna sonora che tutti conoscono e amano. Un successo eccezionale che fa storia per il mondo burlesque. Lo conosciamo a memoria, ma è sempre un piacere rivederlo.

Chicago è un film del 2002 diretto da Rob Marshall. Film musicale ambientato nella Chicago degli anni venti, ha vinto sei Oscar, tra cui quello per il miglior film. In una prigione degli anni Venti due ragazze vengono aiutate da un avvocato senza scrupoli. Una volta libere, la loro carriera come ballerine prende il volo. Balletti, colonna sonora, costumi, ambientazione strepitosi, travolgenti. Superfluo aggiungere dettagli perché non si può raccontare la meraviglia di questo film, basta guardarlo, sognare, immergersi nell’atmosfera di Chicago e ballare…

Moulin Rouge! è un film musical del 2001 del regista Baz Luhrmann, ispirato all’opera La traviata di Giuseppe Verdi. La pellicola è considerata atipica nel suo genere perché i brani cantati non sono opere originali, ma rivisitazioni di alcuni dei brani storici della musica pop interpretati dal cast; in particolare i due attori protagonisti Nicole Kidman e Ewan McGregor stupirono il pubblico con le loro doti canore non essendo dei cantanti professionisti.Nella storia sono presenti personaggi sia di fantasia sia realmente esistiti: fra questi vi è il pittore Henri de Toulouse-Lautrec (interpretato da John Leguizamo), uno dei massimi esponenti dello spirito bohémien, racchiudibile nelle quattro parole chiave del lungometraggio Libertà – Bellezza – Verità – Amore, ed il musicista Erik Satie (Matthew Whittet), che stando alle cronache dell’epoca era ancor più eccentrico e stralunato di come mostrato nel film. Moulin Rouge! è noto per mescolare la spettacolarità scenica ad un certo surrealismo, in linea con lo spirito della Parigi dell’epoca; dal punto di vista visivo, predominano i colori caldi, il rosso su tutti, alternati a toni cupi e freddi nelle scene drammatiche di maggior tensione. La sua uscita è stata considerata la “rinascita” del musical, un genere cinematografico che per molti anni era stato disertato dal cinema live action e tenuto in vita solo dai classici Disney d’animazione e il film è stato vincitore di due premi Oscar nel 2002, per la Migliore Scenografia e i Migliori Costumi, vincendo due statuette sulle otto nomination avute. È stato presentato in concorso al 54º Festival di Cannes.

Cabaret, un film musicale del 1972, diretto e prodotto da Bob Fosse.Il film è un riadattamento su pellicola del musical di Broadway Cabaret del 1966, a sua volta ispirato ai racconti berlinesi di Christopher Isherwood: il centro della storia è infatti la vita ai tempi della Repubblica di Weimar nel 1931, prima dell’ascesa al potere del Partito Nazionalsocialista di Adolf Hitler.Venne definito “il primo musical adulto” e ottenne un grande successo di pubblico, ma anche qualche dissenso da parte della critica. Nel 1995 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

Pane e Burlesque. Anche un film italiano parla di burlesque con simpatia e con i taboo tipici del nostro Paese.  Il film (del 2014) ha nel cast Laura Chiatti, Sabrina Impacciatore, Michela Andreozzi, Giovanna Rei, Caterina Guzzanti, con la partecipazione di Edoardo Leo. Il film è ambientato in un paese del sud Italia che naviga in cattive acque, da quando la fabbrica di ceramiche Bontempi ha chiuso e i suoi ex operai giocano al fantacalcio nella storica sezione del centro gestita da Frida, una rappresentante sindacale impegnata nelle giuste cause, mentre la piccola merceria di Vincenzo e di sua moglie Matilde, dove lavora anche la sarta Teresa, non riesce più ad andare avanti.Tutto sembra andare a rotoli quando, all’improvviso, arriva un ciclone vero e proprio: quattro artiste di Burlesque, molto eccentriche, capeggiate da Giuliana, tornata nel suo paese dopo vent’anni per vendere le proprietà di famiglia. Quattro ragazze, un paesino della Puglia, una sfida: cambiare le proprie vite indossando bustini e boa di struzzo… Un “Full Monty” in rosa.

Cristiana De Giglio

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*